domenica 5 aprile 2015

Brick Mansions

Brick Mansions ha pochi motivi per essere visto:
1) la plasticità dei suoi interpreti: Paul Walker (morto prematuramente) e David Belle con le loro acrobazie da parkour riescono ad incantarci. Il film tuttavia finisce più per apparire una chiassata girata intorno a queste giravolte senza costrutto.
2) gli inseguimenti in auto: molto belli, anche se scappare due volte con la stessa auto fa sorridere (o piangere) dipende dai punti di vista.
3) la massa di beoti che insegue i nostri due: summa estrema di luoghi comuni - nero, armato di mitraglietta, chiuso in una stanza con i topi a bere in attesa di ordini che poi non riesce mai ad eseguire.
4) Polizia corrotta e politici incapaci: gli Americani ci danno dentro, meno male che non hanno rappresentato qualche italiano, avremmo rivisto un inquadratura dei Soprano, con buona pace del povero Gandolfini.
5) le due donne del film: una pare una zoccolacchia, l'altra una tarlocca.
6) il finale. Ecco, per favore la prossima volta non fate i finali se non sapete cosa fare...
Pessimo.

Che ci faccio qui?