mercoledì 31 dicembre 2014

Star Trek - Into Darkness

La serie di Star Trek è talmente imponente, così profondamente radicata nella cultura pop degli ultimi trent'anni e certamente talmente nota che, ci si può permettere anche variazioni sul tema.
Certo vi sono delle condizioni imprescindibili!
Prospettiva n. 1 - Non conosco la saga (caso rarissimo), ne ho sentito parlare ma non mi frega nulla (caso raro), l'ho vista a volte ma non mi ha preso (caso strano).
In questi casi, la visione di questo nuovo film risulterà totalmente menomata, priva di una qualsiasi logica e legata al presente. Un buon film di azione e fantascienza ma senza capo ne coda.
Prospettiva n. 2 - Conosco la saga, non ne vado matto, quindi alla visione di questi episodi random rispondo con un "mi pare che andasse in quel modo" o, "ah si, Spok è quello con le orecchie a punta".
Diamine ci sta tutta, chiaramente, ma anche in questo caso, ci perdiamo la maggior parte della logica filmica e dell'eresia voluta da J.J. Abrams. Un vero peccato.
Prospettiva n. 3 - La saga per me è come la Bibbia. Ogni qualsiasi divergenza è una blasfemia. Guai a voi. Il film è comunque molto bello, certo lo vivrete male, molto male... I personaggi non ci assomigliano, la storia non andava così, accidenti che involuzione, gli effetti di fisica teorica (tanto studiati, discussi e confermati più volte non tornano più) e non aggiungo altro.
Prospettiva n. 4 - Conosco la saga, mi è piaciuta, e anzi trovo coraggioso provare altre strade. A dimostrazione che Star Trek è ancora viva e vegeta e permette variazioni sul tema. Ecco io provo a viverla così, senza farmi tante menate ma cercando di capire dove è cambiata e se le modifiche mi piacciono. Può darsi, cari amanti de "L'ira di Khan" in versione originale, che l'idea del presente episodio vi faccia venire qualche mal di pancia.
Unico neo è il nuovo Khan, secondo me poco attinente, niente di personale con Benedict Cumberbatch, ma non è roba per lui.
Nel complesso un ottimo film, effetti speciali ben spesi e trama interessante. Attendo il seguito!
 

Giancaro Vitali - Time Out