venerdì 19 dicembre 2014

Le origini del male - il film

Cominciamo dal battage pubblicitario: è una storia vera, questa volta è tutto vero!
Al termine del film ci vengono fatte vedere persino le foto dei veri protagonisti.
Tratto da una storia vera (ecco l'inganno, tratto)...
E così assistiamo a questo film che, senza esagerare con gli effetti speciali, ci racconta una allegra storiella di come un indemoniata venga scambiata per pazza salvo poi ripensarci (troppo tardi)...
Noi siamo convinti che sia vero e quindi prendiamo per buona la storia, la trama, i personaggi, ogni sfumatura... e invece...
Tratto da una storia vera significa che: se durante una cena uno parla di fantasmi e io ci faccio un film su quell'evento facendo uscire sul serio i fantasmi, di vero c'é stata solo la cena... rendo l'idea?
Così arrivati in fondo al film e ingannati ancora con le foto dei veri protagonisti (attori vestiti con abiti d'epoca e foto invecchiate) ci incazziamo mica male... Per favore di queste boiate non fatene più. 
Non è il modo di fare cinema, non è il modo di fare informazione, non sono horror, sono prese in giro. Punto!

Le Catilinarie