mercoledì 25 dicembre 2013

Lo spirito di Natale

Gli altri anni era diverso.
Il mattino di Natale tutto iniziava presto. Alle 6 le bimbe erano già sveglie e picchiavano alla porta per lanciarsi in sala all'apertura del pacchetto.
Ma un giorno capiscono che non ci sarà più Babbo Natale, e qualcuno dirà è giusto che sia così.
Anche io lo credo, ben venga l'aver faticato per vederle crescere e farsi strada nella vita… eppure.
Eppure resta l'amaro in bocca, di qualcosa che non torna più. Quella ventata di ingenuità, di stupore, di sorpresa. Il mistero del Natale (che piccolo mistero poi) che oggi non c'é più.
Ecco, lo spirito di Natale: lo sguardo stupito di un bimbo che guarda il mondo e lo stupore ingenuo di fronte ad un mistero che si ripete.

La città nella storia