martedì 22 dicembre 2009

A Copenhagen il clima non c'era















A nulla é servito chiamare questo vertice quello di Hopenhagen, il porto della speranza.
Ci si é arrivati con un nulla in mano e si é ripartiti con uno zero in tasca.
Come qualche autorevole esponente ha detto: "buoni propositi tanti (ma non troppi) esiti e mezzi zero. Come tentare di scalare l'Everest in scarpe da tennis.... ".
Per garantirsi un presunto benessere oggi, si sacrifica il futuro delle nostre generazioni e di fatto il nostro stesso futuro. Il clima andrà a farsi fottere e noi con lui. Quale folle personaggio può arrivare a questo é tutto da capire. E bene ha fatto chi ha esposto le immagini invecchiate dei leader del mondo con la scritta "I'm sorry, we could have stopped catastrophic climate change... we didn't"...

Ora restiamo in attesa della solita sequenza di belle parole in attesa del prossimo inutile meeting

La città nella storia