lunedì 18 agosto 2014

Pompei

Se tutto si limitasse al "Disaster Movie" potremmo anche accettare inizio, trama e finale di questo film. Invece no, trame di ogni genere, il risveglio del vulcano a punire i cattivoni romani. E poi, perchè non dobbiamo farci mancare nulla i cattivoni che non invecchiano mai... Un pò troppo credetemi.
Milo (il nostro eroe) vede morire il suo popolo per mano romana. Lui diventa schiavo e poi gladiatore. Particolarmente bravo finisce a Pompei a far divertire il popolo e i riccastri.
Incontra la figlia del notabile locale, il quale moderno palazzinaro, in deroga all'allora vigente PRG vuole costruire in ogni dove (compreso nella bocca del vulcano)... In soccorso del suo ego edilizio arriva il solito cattivone che anni prima aveva sterminato i parenti di Milo e sorpresa delle sorprese? Non è invecchiato di un nulla!!! Allora direte voi, a fare il cattivo ci si mantiene giovani... E' evidente che motivi di copione rendono necessari dei competitors capaci e fisicati... mica un vecchietto claudicante e gengivato.
I vari rapporti umani (e ne vedremo di tutti i colori!) vengono annullati dall'eruzione. 
Tutti fuggono e quasi tutti muoiono. Anche i nostri due innamorati, costretti per l'eternità in posa plastica (anzi tufica) a dimostrare la loro passione... Romantico quanto basta, furbo mica male, effetti speciali notevoli, recitazione da scoreggia..

Susa