martedì 27 ottobre 2009

L'Islanda senza Big Mac

Colpa della crisi.
Ma tant'é a breve l'Islanda non avrà più i Big Mac e le patatine fritte di Mac Doland's.
Causa dei costi per il trasporto dalla Germania della carne companatico (w la globalizzazione !!) al posto dell'arcinoto panino gli islandesi dovranno riprendere a mangiarsi i loro pescetti...
E' un male? Tenuto conto dei costi ambientali di certi prodotti alimentari direi di no.
Se poi aggiungiamo i costi sociali di certe diete, no di sicuro.
Quando andai in Norvegia qualche anno fà mi resi conto di come si mangia male al Nord a causa di certe importazioni di mode e alimenti Nord Americani.
Ora grazie alla crisi, forse le persone apprezzeranno di più la propria terra ed i propri prodotti.

Referendum? no, grazie.