domenica 27 ottobre 2013

Lou reed

Eh si, se n'è andato anche lui.
Un altro poeta maledetto. il cantore del lato cattivo e selvaggio del rock.
Dai Velvet Underground con Heroin, All Tomorrow's parties, Venus in furs, dall'album Transformer, dalla factory di Andy Warhol, dall'ultimo album con i Metallica.
Una vita difficile la sua, sullo sfondo la sua New York, con le sue ombre ed i suoi marciapiedi. Un cantore dell'America, quella che nessuno vuole conoscere. La droga, l'alcool. Forse nella follia sta il genio. Ciao Lou.

i Templari