sabato 29 settembre 2012

L'eternauta - il libro


Chiamarlo fumetto é certamente riduttivo. A meno che non si esca dall'idea diffusa del significato stesso del termine fumetto. Tipo di media che rappresenta immagini e nuvole (spazi che riportano parole o pensieri) e che concretizza in suoni i rumori (il vento, il bacio, il pugno, il colpo di pistola, eccetera).
L'immagine riesce, accompagnata dalla rappresentazione del suono, con un semplice tratto di nero su bianco, a concretizzare un evento, un idea, un aspettativa.
Questo é senza alcun dubbio "L'Eternauta".
Un capolavoro targato 1959, scritto in Argentina da Héctor Oesterheld, e da molti riconosciuto come l'avvisaglia della dittatura argentina, dei desaparecidos e della fine che lo stesso Oesterheld farànel 1977 a causa delle sue idee.
Khruner, il vagabondo dell'infinito, appare una notte di fronte ad un uomo, nella sua casa, ed inizia un racconto terribile, di un invasione aliena e della fine della civiltà. 
Ma é un viaggio nel tempo e nello spazio, e come in un circuito senza fine, la storia si ripresenta daccapo come é stata narrata, ma questa volta nella realtà di fronte all'ascoltatore.
Un autentico capolavoro, da conoscere assolutamente.



GIulio Regeni? Amen...