venerdì 15 luglio 2011

L'ultimo dei templari - il film

Piacevole, veloce, intrigante.
Anche se il titolo é completamente sbagliato.
Doveva essere tradotto ne "la stagione delle streghe" ma come al solito in Italia ci diamo dei titoli del puffo per riscrivere inutilmente e deviare l'attenzione del pubblico.
Forse volevano richiamare l'ultimo dei Mohicani? Forse l'ultimo dei babbei? e chi lo sa???
Riassunto: battagli di crociati con soldato che incita a combattere, seconda battaglia con soldato che incita a combattere, terza battaglia con soldato che incita a combattere, quarta battaglia con soldato che incita a combattere. I soldati si scassano la minchia di questo rumore di fondo, giustamente uno combatte (e questo di per sé é gia difficile) ma vorrebbe un po di silenzio almeno per concentrarsi. E invece no questo rompiballe dietro di loro che ad ogni battaglia continua: "avanti, combattete contro gli infedeli, nel nome di Dio, nel nome della Chiesa" e basta!!! stai zitto no?! Poi uno si stufa e diserta. E infatti i due protagonisti si scassano e disertano. Tornano a casa e trovano la Peste (mai che uno torna a casa e trova che so, due patonze che lo aspettano per far festa. NO! La peste). E di chi é la colpa? Di una strega che deve essere portata attraverso un sentiero nella foresta, con i lupi mannari e i ponti costruiti con il culo (manco sulla Salerno - Reggio C.) e quando arriva dove deve andare che trovano? Ancora la peste e la strega che si trasforma in Diavolo e i morti che fanno gli zombie! (anche qui piccolo ragionamento: ma é possibile che gli zombie abbiano praticamente rubato la scena a tutti i mostri del passato ? Non c'è oramai film che non li chiami in causa, poveri, che straordinari) Ma cavolo é veramente dura la vita del cavaliere disertore. Ed infatti muoiono tutti, compreso il demonio, ma siccome il film deve essere educativo e mandare a casa la gente di buon umore, la strega si risveglia dal maleficio e ritorna ad essere una bella patonza e vicino a lei ecco il bel giovincello nominato cavaliere fresco fresco. Scena finale: i due sepolti gli amici con lacrima di circostanza se ne vanno a spasso e tutti che già prefigurano un ciulone alla prima sosta. Amen

Anabasi