lunedì 23 maggio 2011

Un dì de chi, un dì de là

Traduzione: "un giorno di qui, un giorno di là".
Questa in estrema sintesi l'ultima soluzione del Premier Silvio per vincere le elezioni comunali nelle principali città italiane.
Il Lunedì il Ministero dell'Interno sarà a Milano, il Martedì sarà a Napoli, il Mercoledì a Roma, il Giovedì sarà a Venezia, il Venerdì gnocchi, Sabato e Domenica a seconda dei casi e delle scadenze elettorali, in Toscana, in Puglia, nelle Marche.
Bonus terremoto: "in caso di terremoto, il Ministero sarà presente la terza domenica del mese nel capoluogo terremotato, ma solo il tempo di distribuire gli appalti per la ricostruzione ai questuanti debitamente informati. Soddisfatto il Ministro Bossi. Alzando il dito medio (credeva di essere in diretta video ma era un intervista radiofonica) ha affermato: "Silvio mantiene sempre le promesse, é la piena attuazione del Federalismo, ora vogliamo il Presidente della Repubblica itinerante". Dubbi da parte della Corte dei Conti e delle Ferrovie dello Stato. Un Funzionario che é voluto restare anonimo ha dichiarato: " Come minchia facciamo a caricare sul Pendolino i faldoni del ministero della Salute?". Si attende una pronuncia della Consulta.

GIulio Regeni? Amen...